Magia pura con il nuovo GIN Griffin

Jerome Maupoint racconta la storia dietro le immagini ...

"Non appena ho sentito parlare del Griffin, un mini-vela di soli 16 m2, ho subito cercato di immaginare il terreno ideale che avrebbe prodotto grandi fotografie in azione dinamiche. Vento, ampie colline erbose, ma non un luogo troppo remoto, per riuscire a fare un buon lavoro ...

Uno dei miei posti preferiti per il lavoro di fotografare il parapendio è senza dubbio il nord dell'Inghilterra. Ho viaggiato molte volte negli ultimi dieci anni, e mi ricordo di aver pensato che la maggior parte dei giorni, con quelle condizioni, la migliore vela per volare sarebbe un'ala di piccole dimensioni. Un'ala avente le caratteristiche di un parapendio normale, usato sovraccarico, in grado volare e con cui giocare con oltre 30 km / h di vento. Naturalmente, sapevo che lì in novembre il tempo è pessimo, il cielo è grigio per giorni, con pioggia e nevischio...

Sì, ma come fotografo, non posso ignorare i momenti magici quando esce il sole dopo un lungo periodo di pioggia. Momenti come questo, in grado di fornire la migliore luce. In questo lavoro, vale sempre la pena di essere pronti a catturare la magia, momenti imprevedibili.

Il 18 novembre mi sono diretto all'aeroporto di Ginevra, e solo 6 ore dopo sono arrivato alla porta d'ingresso del Aeroporto del Regno Unito, 1700 km più a nord. I prossimi otto giorni avrebbero decretato se è stata una buona scelta o no.

Il 19, il fondovalle è coperto e nevischia.

Il 20, abbiamo fatto quello che potevamo tra "bufere" di neve. Cielo scuro.

E poi, un po' di magia è arrivata. "

Grazie al Regno Unito (Patrick Holmes, Mark Stuart e Richard Bungay) e madre natura.

Non perdete le foto qui sotto, e scoprite le novità del Griffin:

http://www.gingliders.com/parapendio/griffin/

 

Social News